In Stock

fagioli suocera e nuora

7,90

Vengono chiamati “socere e nore” per il contrasto dei colori del seme, si coltivano da sempre nel Parco abruzzese e sono un ottimo ingrediente per ricette di primi piatti

1 disponibili

COD: legumi abruzzesi 1 Categoria: Tag: , , ,

Descrizione

Socere & Nore  N° 1 busta gr 500

Il nome estremamente originale di questa varietà di fagioli deriva dalla superficie bicolore del seme che, con il particolare contrasto tra bianco e nero, evoca la tradizionale contrapposizione che spesso contraddistingue il rapporto tra la suocera e la nuora.

Si tratta di una varietà a sviluppo indeterminato caratterizzata da una pianta con foglie di medie dimensioni di colore verde scuro. Il seme, di forma ovale, si distingue per l’epidermide colorata per metà di bianco e per metà di nero disposti simmetricamente nel senso della lunghezza. Come tutti i fagioli sono particolarmente ricchi di vitamine e sostanze nutritive come fosforo, potassio, ferro e calcio. Esercitano un’azione ricostituente, depurativa, diuretica e tonica per il fegato ed il pancreas. Sono ottimi per chi soffre di diabete, reumatismi e gotta e in caso di carenze nutrizionali. Combattono, inoltre, la formazione del colesterolo nel sangue.

I fagioli socere e nore sono una varietà a ciclo medio con raccolta scalare. Si seminano a fine maggio e si raccolgono a partire dalla fine di luglio.

 Bisogna risalire molto indietro nel tempo per per collocare le origini della coltivazione dei legumi nel Parco Nazionale della Majella. Le loro peculiarità, infatti, permettono di farli crescere anche su quei territori aridi ed impervi che caratterizzano alcune zone del parco, consentendo di sfruttarli nel rispetto dell’ambiente. Nella maggior parte dei casi oggi la raccolta avviene con l’ausilio di mezzi meccanici ma in passato la lavorazione di ogni tipo di legume avveniva a mano e consisteva nell’estirpare le piantine dal terreno, lasciarle seccare a terra e trasportarle nell’aia dove venivano battute con il maglio di legno e poi separate con l’aiuto dei setacci. Ceci e lenticchie, piselli e fagioli, ogni legume trova spazio nel Parco ed alcuni di essi vantano varietà molto particolari, presenti da sempre nella memoria dei contadini più anziani, che vengono coltivate sin da tempi remoti e che portano nomi estremamente folkloristici, come i Fagioli Socere e Nore dalla singolare colorazione bianca e nera del seme.

Tempi di ammollo 8 ore 
Tempi di cottura  40 Minuti

La Ricetta
 Polenta e fagioli. Ingredienti: Fagioli, cipolla, pancetta, peperoncino, polenta, slasiccia, vino bianco. Ammollare i fagioli in acqua per almeno 10 ore, lavarli e lessarli a fuoco medio. Soffriggere nell’olio la cipolla e la pancetta tagliata a pezzetti, salare ed insaporire con il peperoncino. Utilizzare, quindi, la metà del soffritto per condire i fagioli. Cuocere la polenta per circa 40 minuti ed aggiungervi l’altra metà del soffritto. Unire, dunque, i fagioli e cuocere per qualche minuto. Servire in piatti fondi caldi, aggiungendo una salsiccia forata e sfumata nel vino bianco.

Informazioni aggiuntive

Peso 0,600 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.